Skip to content

Camere economiche? Probabilmente no? Le migliori offerte di Trivago sono gli hotel che pagano il più

Posted in Articles

il sito web di trivago dà l’impressione che identifica rapidamente e facilmente la camera d’albergo più economica in risposta alla ricerca di un consumatore.

Ma sta stampando un confronto senza soluzione di continuità di parti, o è manipolato e falso?

La Corte federale dell’Australia ha scoperto che trivago aveva indotto il pubblico in errore promuovendo gli hotel come le camere più economiche, sebbene sia vero solo il 33,2% delle volte. La Corte imporrà sanzioni pecuniarie a Trivago per la rottura dell’atto di consumo australiano.

La decisione è la concorrenza australiana e la commissione dei consumatori contro Trivago NV FCA 16 (20 gennaio 2020) (Moshinsky J).

In questo articolo, esaminiamo le ragioni del Tribunale su come il sito web di Trivago ha rotto l’atto di consumo australiano.

Il modello commerciale di trivago

trivago NV è straniero Azienda, incorporata nei Paesi Bassi. Opera in Australia conducendo la ricerca online e una piattaforma di confronto dei prezzi per l’hosting dei viaggi. Trivago ha un sito web australiano.

I consumatori utilizzano il sito Web per identificare rapidamente o facilmente le tariffe più economiche disponibili per camere d’albergo speciali. Non pagano una commissione per accedere al sito web trivago.

Il sito web Trivago funge da sito di meta-ricerca e non come sito di prenotazione diretta. Se un consumatore fa clic su un’offerta, viene reindirizzato nel sito di prenotazione in cui termina la prenotazione.

trivago interagisce con i database del sito di prenotazione online e visualizza le offerte di alloggio in risposta alla ricerca dei consumatori. Ci sono attualmente 400 siti di prenotazione online che utilizza Trivago. Queste sono agenzie di viaggio come Expedia, Wotif.com. Hotels.com e amoma o fornitori di alloggi come hotel e appartamenti con servizi dell’hotel.

I siti pagano in Trevago Commissioni, chiamato costo per click (CPC), se un consumatore clicca sulla loro offerta sul sito web di Trivago . Il CPC non è fisso. C’è un CPC minimo determinato da trivago, ma i siti di prenotazione online offrono importi più elevati per migliorare la loro esposizione. CPC è la fonte principale delle entrate trivago.

Il sito web trivago

La pagina di destinazione mostra una selezione di camere d’albergo e il logo Trivago. Aveva uno slogan “Trova il tuo hotel ideale al miglior prezzo” che è stato cambiato in “Trova il tuo hotel ideale e confronta i prezzi per molti siti (diversi)”. Queste erano le dichiarazioni tariffe più basse che la Corte si è truffata. Queste dichiarazioni sono state ripetute negli annunci televisivi.

La pagina dei risultati della ricerca iniziale visualizza i risultati della ricerca per la città o la regione, le date del soggiorno e il tipo di camera che il consumatore ha selezionato. Ad esempio:

In questo elenco, nota il prezzo di attacco (il prezzo rosso) e la posizione superiore dell’offerta in verde $ 295 compaiono sopra il pulsante click “Vedere l’offerta” che indirizza il consumatore al sito Web di Booking.com. Nota anche l’offerta Hotels.com che appare a sinistra in grigio e in un font più piccolo. Nota finalmente il “flyover” che spiega il prezzo di esercizio. La Corte ha giudicato questo display ingannevole.

I risultati

Gli esperti del computer hanno convenuto che:

  • la posizione superiore trivago calcola un “punteggio composito” da Queste voci: il prezzo dell’offerta, il CPC, il modificatore prioritario; La posizione dell’hotel, il prezzo storico medio, il tasso di clic storico; E il prezzo minimo, il prezzo massimo, il CPC prioritario minimo, il CPC prioritario massimo, il guadagno minimo e il guadagno massimo. Gli attributi scomodi non sono usati nell’algoritmo, come la colazione gratuita, i tassi riportabili, le dimensioni del letto, la connessione Wi-Fi gratuita e il check-in.
  • trivago non ha rivelato i “pesi” utilizzati per gli ingressi del algoritmo e non ha chiamato alcun dipendente per spiegare il suo funzionamento. La Corte ha concluso che il CPC era un fattore molto importante e che tutte le lezioni al di sotto del CPC minimo sono state filtrate.
  • Le offerte dell’hotel ai prezzi più alti sono state selezionate come un’offerta di prima posizione. Offerte alternative a ridotto Prezzo nel 66,8% degli annunci. La ragione più comune è stata una differenza nel CPC pagata.Viceversa, l’offerta di posizione superiore è stata l’offerta più economica in soli il 33,2% delle iscrizioni.

La prova del consumatore del comportamento esperto era che:

  • trivago usato il effetto di estinzione (o attrazione) posizionando l’opzione più costosa in rosso accanto all’offerta di posizione superiore – la barriera rafforza il vantaggio.
  • I consumatori sono utilizzati per credere che il prezzo del confronto sarà lo stesso stanza.
  • Molti consumatori si uniranno probabilmente solo con il sito web.
  • Layout dei prezzi, se le dimensioni o i colori dei font, hanno un impatto significativo sul comportamento dell’utente e quindi sulla conversione.

Per ulteriori dettagli su queste prove, fare riferimento al commento di marketing alla fine di questo articolo.

Contravazione al Consumo Australian Act

Il relativo La categoria dei consumatori è stata il pubblico che desidera prenotare un host in linea. Dovrebbero avere una certa familiarità con l’uso di Internet e prenotazioni online, ma non hanno mai usato trivago prima.

Durante il periodo dal 1 ° dicembre 2016 al 3 gennaio 2018 c’erano 20.039.530 sessioni su Il sito web di trivago in cui è stata cliccata la prima posizione offerta per un elenco di hotel è stato cliccato.

ACCC ha presentato quattro fallimenti nell’atto australiano sul consumo. La Corte ha votato a favore dell’Accc sui quattro, come segue:

1. La rappresentazione dei prezzi più economici è stata effettuata quando vengono utilizzate le parole “miglior prezzo”, che è sinonimo di “prezzo più economico”. L’interesse del sito web trivago era quello di aiutare il consumatore a identificare rapidamente e facilmente il prezzo più conveniente per l’hotel.

La corte ha concluso che trivago aveva indotto il pubblico in modo errato per quanto riguarda la natura, le caratteristiche e l’adeguatezza per il Scopo del servizio di ricerca di hosting fornito dal sito web trivago effettuando la rappresentazione dei prezzi più economici. Le ragioni includevano il fatto che la prima offerta di posizione era incompleta perché il sito Web non ha influito sulle aste CPC al di sotto della soglia minima impostata da trivago e solo in soli 33,2% dei casi, il “miglior prezzo” è stato il più economico proposto.

2. La rappresentazione sbarrata è stata fatta quando è apparso uno sciopero dei prezzi. La rappresentazione implicita era che il prezzo di esercizio e la prima posizione erano, a parte il prezzo “, ad un prezzo comparabile” per la stessa categoria di camera. La panoramica non ha dissipato l’impressione perché non ha indicato che il prezzo dello strike potrebbe riferirsi a una categoria di stanza diversa.

La Corte ha concluso che trivago aveva ingannato e ingannato il pubblico dalla rappresentazione del trogolo degli scioperi.

Più tardi, trivago ha usato una rappresentazione dei prezzi rossi invece di una rappresentazione sbarrata. Ciò non ha cambiato la conclusione del tribunale.

3. La rappresentazione dei prezzi dei migliori prezzi è stata fatta quando Trivago ha detto che le offerte principali sono state le offerte disponibili più economiche o che avevano un’altra caratteristica che li ha resi più attraenti di qualsiasi altra offerta per questa stanza.

La Corte ha stimato il Presentazione della migliore offerta di posizione nella colonna più giusta in verde, in un font relativamente grande, con uno spazio bianco intorno ad esso e sopra un tasto verde “Guarda l’offerta”, ha dato l’impressione generale al consumatore che è stata la migliore offerta Per la camera d’albergo, sia in termini di prezzo che in un’altra caratteristica.

l ‘Offerta La posizione superiore determinata dall’algoritmo non è l’offerta più economica per le ragioni sopra esposte. Non è più attraente perché l’algoritmo di posizione superiore non utilizza gli attributi non correlati al prezzo delle offerte per determinare il punteggio composito. La panoramica non dissipava l’impressione perché non ha rivelato l’importanza del CPC nella selezione della prima posizione offerta nell’algoritmo.

La corte ha concluso che trivago aveva ingannato e ingannato il pubblico dalla sua condotta e Con le sue dichiarazioni in quanto l’offerta del miglior prezzo non era l’offerta più economica per la casa e che non aveva altre caratteristiche che la rese più attraente che tutte le altre offerte per la stanza e che il confronto non fosse come il tipo di camera.

1. Le accuse di condotta aggiuntive sono state effettuate quando le dichiarazioni sono state effettuate che il sito web trivago ha fornito un confronto prezzi imparziale, oggettivo e trasparente per identificare l’offerta disponibile più economica per una particolare stanza (o esattamente la stessa) in una villa. Questo applicato in particolare agli annunci televisivi.

La Corte ha concluso che Trivago ha ingannato e ingannato il pubblico attraverso la sua condotta e le sue dichiarazioni perché la selezione della ricerca è stata fortemente influenzata dal CPC, cioè la quantità del sito di prenotazione o dell’hotel aveva pagato a Trivago Se il consumatore ha fatto clic su un’offerta.

Nota: tutte queste scoperte non si applicano all’intero periodo esaminato, dal 1 ° dicembre 2016 al 13 settembre 2019, poiché trivago ha fatto una serie di regolazioni sul suo Sito Web durante questo periodo.

e dopo?

La Corte prenderà una riparazione relativa dell’udito, comprese le sanzioni pecuniarie.

Accc ha fatto questi commenti nella sua stampa Rilascio dopo che la decisione trivago ha dei consumatori fuorvianti sui tassi di camere d’albergo (21 gennaio 2020)

“Abbiamo preso questo caso perché riteniamo che la condotta di trivago fosse particolarmente bandiera . Molti consumatori possono essere stati ingannati da questi spettacoli dei prezzi pensando di aver apprezzato sconti interessanti. Infatti, Trivago non ha confrontato le mele con le mele per quanto riguarda il tipo di camera per questi confronti dei prezzi della camera “, ha detto il presidente di Accc, il signor Sims.

” Questa decisione invia un messaggio forte al Siti di confronto e dei motori di ricerca: se la classificazione o l’ordine dei risultati sono basati o influenzati dalla pubblicità, devono essere franchi e chiari con i consumatori su questo argomento in modo che i consumatori non lasciano non essere ingannati “, ha detto Sims.

Commento di marketing di Michael Field of Partners Eventfield.

La fiducia dei consumatori nelle informazioni online è al suo livello storico più basso, in gran parte dovuto alle preoccupazioni sulla raccolta dei dati, la riservatezza e l’uso dei motori di ricerca e del social. Piattaforme multimediali.

Detto detto, i consumatori vogliono sempre potere e dovrebbero essere in grado di fidarsi Informazioni Ottenere online con fornitori affidabili, in particolare se intendono fare affidamento su queste informazioni per prendere decisioni d’acquisto. Come tale, i consumatori si sviluppano sul marchio, la reputazione e la commercializzazione dei siti di confronto dei prezzi online per valutare l’affidabilità e l’affidabilità delle informazioni fornite.

trivago è andato, così come la categoria più ampia dei siti Web di confronto prezzi online , un enorme servizio erboso schierando deliberatamente strategie di marketing manipolativo per ingannare i consumatori, abusando della fiducia che i consumatori danno il marchio nel processo, la sentenza ha fatto affidamento sulle prove esperte del professor Slonim a considerare la prospettiva del marketing dei consumatori. Per riassumere le sue prove, il professor Slonim dissipa il mito che i consumatori sono “massimizzatori” che raccolgono tutte le informazioni disponibili su tutte le opzioni disponibili per ottenere una decisione razionale di “ottimizzare” la loro decisione di acquisto.

Come i consumatori mancano di tempo E sono inondati di scelte, c’è un compromesso che si svolge nella mente del consumatore in cui mirano a minimizzare il tempo trascorso a cercare e confrontare, soprattutto se il vantaggio percepito non è abbastanza alto da giustificare gli investimenti. Ad esempio, potrebbe non valere la pena di spendere un’ora aggiuntiva con la ricerca online e il confronto dei prezzi se è probabile che l’economia extra sia inferiore al tempo trascorso nella ricerca.

trivago avrebbe dovuto sapere Le loro azioni potrebbero ingannare i consumatori. C’è stato un chiaro vantaggio commerciale per Trivago per mantenere l’inganno perché continuano a guadagnare ricavi CPC degli inserzionisti disposti a pagare un premio per la loro posizione.

La vittima di questo giudizio è la fiducia dei consumatori. Gli specialisti del marketing sarebbero ben avvisati di seguire la lezione, rivedere le loro strategie di marketing e assicurarsi di soddisfare le leggi pertinenti del consumo australiano. Questo è particolarmente vero per i marchi internazionali che desiderano penetrare nel mercato australiano.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *