Skip to content

il rischio di morso non dipende dalla razza del cane, secondo il' anse

Posted in Articles

Il Sanitaire Anses ha cercato di determinare “pericolosità dei cani”. In una dichiarazione, spiega che “ci sono un numero molto elevato di condizioni che portano a un morso”.
pubblicità

Il rischio di essere morso da un cane non dipende dalla sua razza, ma una moltitudine di fattori, dice lunedì le maniglie, che ricordano mai non lasciare un bambino con un cane e raccomandano una migliore consapevolezza dei rischi .

In Francia, alcune razze di cani sono considerate “pericolose”: i cani di attacco (American Staffordshire Terrier o Pitbull, Mastiff, Tosa) e Guardens and Defeny Dogs (American Staffordshire Terrier, Rottweiler, Tosa, Assimilabile con rottweiler). I loro proprietari devono avere un permesso di detenzione.

pubblicità

cani maschi e adulti più aggressivi

Su richiesta del Ministero dell’Agricoltura, l’Agenzia del Sanitaire Anses ha cercato di determinare “la pericolosità dei cani”, secondo una dichiarazione. Le figure disponibili mostrano 10.000 morsi all’anno, ma “questa cifra è certamente sotto la realtà”, afferma Matteo Schuler, vice-Amministratore delegato presso il Polo Scienze di ANSES.

” Ci sono un numero molto elevato di condizioni che portano a un morso: alcuni dipendono dal cane, dal suo sviluppo, dal suo benessere … altri fattori sono legati alle persone, alla loro età, dal luogo in cui si svolge, il fatto che Sono attenti o non per i segnali del cane “, continua.

È evidente dallo studio degli ansi che i cani maschi sono più aggressivi, così come Cani adulti Un ritiro troppo precoce, un tocco con l’umano troppo tardi, le condizioni di vita dell’animale, la sua educazione, anche la sua salute gioca. D’altra parte, “non c’è razza più pericolosa di altri”, afferma Julie Chiron, coordinatore di competenze.

Gli umani non sono spiegati allo stesso modo

Tutti gli umani non lo sono esposto allo stesso modo. “Bambini da bambino, uomini e professioni in frequente contatto con i cani, e le persone che utilizzano cani speciali, custodia e difesa, sono più a rischio rispetto agli altri”, secondo ANSES.

“I bambini disse i segnali di stress emessi da un cane che adulti,” spiega Julie Chiron, che specifica che i ragazzi sotto i 15 anni sono particolarmente preoccupati.

L’agenzia raccomanda” per creare un osservatorio “morsi per avere più dati, per” rafforzare la valutazione comportamentale “effettuata in caso di morso, al morso richiesta del sindaco o del prefetto o per determinate razze, e “Aumentare il numero di veterinari che possono dargli”, afferma Matteo Schuler. Insiste anche sulla necessità di aumentare la consapevolezza dei cani.

s.b. e. Con AFP

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *