Skip to content

Parasitosi intestinale sconosciuta

Posted in Articles

Obiettivi pedagogici

– Conoscere l’epidemiologia di parassiti rari;

– Conoscere la propria immagine clinica

– sapere come prescrivere esami complementari utili;

– conosci il loro trattamento curativo.

– Conoscere le raccomandazioni o i trattamenti preventivi.

Riepilogo

I parassiti intestinali sono diventati sconosciuti a causa della loro relativa rarità. Eppure sono lungi dalla scomparizione dalle nostre consultazioni. Si incontrano principalmente tra i viaggiatori, i migranti, gli immunocompromessi e le persone che vivono in comunità compresi i bambini. Alla diagnosi, è necessario sapere come ripetere gli esami delle feci (sapendo che qualsiasi parassita identificata non richiede necessariamente un trattamento); Inoltre, Hypereosinofilia è un buon elemento diagnostico di orientamento in un contesto evocativo, ma si trova solo a Helminths. Al viaggiatore che ha esposto (bagni d’acqua dolce) e il migrante, principalmente africano, la ricerca sistematica di una biilharziosi, almeno dalla sierologia, è legittima per evitare un’evoluzione fibrosiva del fegato a basso rumore. Nelle comunità in particolare i bambini, il trattamento di Giardiosi e ossiguarosi deve avere 2 cure distanziate di 15 giorni e un trattamento di soggetti di contatto. Grazie al suo ampio spettro di attività, inclusa la Giardiosi e la sua buona tolleranza, Albendazolo è diventato un controllo dei parassiti di prima linea.

Parole chiave

parassitosi intestinali, ipereosinofilia, diarrea, diarrea, viaggiatore, Migrante, Albendazolo, Ivermectina

Introduzione e promemoria

I parassitosi intestinali (PI), di una banalità assoluta nel mondo in via di sviluppo (l’ascaridiosi colpisce un quarto della popolazione), sono diventati diventati relativamente raro nei paesi industrializzati e parcheggi, meno e meno conosciuti. Tuttavia, non sono solo eccezionali, ma la globalizzazione dovrebbe logicamente un aumento in un aumento delle situazioni in cui gli Orgastro-Enterologististici generalizzati saranno affrontati un problema di diagnosi o trattamento di questi parassiti.

Anche se n qualsiasi Residente francese può contrarre occasionalmente un PI, 4 popolazioni in particolare a rischio: (a) I viaggiatori e gli espatriati, compresi quelli che soggiornano in condizioni avventurose o vicino alle popolazioni locali sono i primi interessati a causa del drammatico aumento dei viaggi intercontinentali. In effetti, l’organizzazione del turismo mondiale stima a 700 milioni del numero di viaggi transfrontalieri all’anno nel mondo. Nel 1950, questi movimenti internazionali sono stati stimati a 25 milioni; Nel 2020, saranno 1,5 miliardi (crescita annuale del 4,3%). In Francia, quasi 4,5 milioni di persone che rimarranno ogni anno nei tropici; (b) i migranti rappresentano la seconda popolazione a rischio a causa delle loro difficili condizioni di vita nel loro paese di origine (la migrazione per ragioni economiche spiega il 90% dei fenomeni migratori) e il loro viaggio migratori a volte molto “avventuroso”; (c) i pazienti immune-depressi rappresentano una terza popolazione, compresi quelli che esprimono parassitri opportunistici responsabili dei dipinti gravi; d) Infine, i bambini (a volte anche gli anziani) che vivono nella comunità pongono regolarmente problemi di trattamento di alcuni IPS.

In quello che verrà sviluppato di seguito, alcuni lettori saranno sorpresi cambiamenti nella terminologia. Sono collegati al desiderio di omogeneizzazione rispetto alle terminologie internazionali. Così i parassiti che finiscono con “ASE” ora hanno una terminazione “osa” (Ascaridiasis  Ascaridiosi, Amebiasis  Amebose). Inoltre, la Lambblase “non esiste più” e non dovrebbe più essere chiamato la Giardiosi. Allo stesso modo, i Bilharzioses dovrebbero ora essere definiti schistosomosi.

Senza riprendere la complessità di alcuni cicli parassiti, alcuni dei quali appellano 2 o anche 3 host intermedi, ricorda che i parassiti provengono da 2 grandi gruppi, il protozoi (Unicellulare ) e metazoires (pluricellular). Nella patologia umana, i metatazani esistono specialmente dai helminths (parassiti sotto forma di vermi) la cui particolarità è avere un ciclo in 2 fasi che sarà responsabile di conseguenze fisioopatogeniche molto diverse, specialmente nel quadro del PI. Pertanto, la fase larvale sarà paradossalmente responsabile dei dipinti a volte molto gravi mentre le manifestazioni cliniche della fase adulta del parassita sono generalmente benigne e anche molto spesso asintomatiche.PI, la diagnosi positiva si baserà principalmente sulla visualizzazione del parassita all’esame microscopico diretto dello sgabello (esame parassitologico degli sgabelli (EPS) a volte dopo la concentrazione (ad esempio tecnica di BAERMANN per la Strongyloidosi / Angurulose), colture o tecniche specifiche. Per una redditività ottimale, tre regole devono essere rispettate: 1) Esame “caldo” dello sgabello, alcuni protozoi (Ameeba, Giardia) sono molto fragili, che impone uno spettacolo di sgabelli. Laboratorio con un esame immediato; 2) ripetizione degli esami (3 a pochi giorni di distanza); 3) Segnalazione al biologo se si pensa a un insolito parassita per beneficiare delle tecniche specifiche (Cycospora, Cryptosporidia, Microsporidia, …). La visualizzazione dei cristalli di Charcot Leyden (cristallizzazione dei prodotti di degradazione di polinucleare eosinofilo) è un elemento a favore della presenza di un elminth (ma altre ipotesi sono possibili come allergia alimentare). D’altra parte, nell’IPS, le sierologie sono di interesse limitato.

Hypereosinofilia ha un valore presunto della diagnosi di IMPORTANTE PI in un contesto evocativo, sebbene sia limitato alle helminthoses. La sua definizione deve essere ben nota per evitare di partire su false tracce: è definita da un valore assoluto di polinucleare eosinofilo a più di 500 / mm3. È tutto il più alto il timmino è nella fase larvale, fino a 10.000 / mm3. Non dovrebbe essere perduto, tuttavia, che l’ipereosinofilia non è specifica per parassitosi.

Negli ultimi anni, i controlli dei parassiti si sono evoluti molto. Alcune nuove molecole sono apparse (Ivermectin, Nitazoxanide, Triclabendazolo, …), altri hanno visto il loro spettro di indicazioni si estendono a volte sorprendente (Ivermectina, Albendazolo, …). In pratica, nel contesto di parassitri digestivi e in particolare intestinale, la maggior parte delle situazioni cliniche con 4 controllo dei parassiti può essere risolta: metronidazolo, ivermectina, albendazolo e praziquantel.

per affrontare la domanda realizzata concretamente e pragmaticamente , abbiamo cercato di evocare le diverse situazioni in cui un gastroenterologo può essere affrontato con un PI. È questa logica che servirà da filo guida per il futuro. Per rimanere nello spirito di un testo sintetico, verrà menzionato solo i punti importanti per la pratica clinica. Tabella I riassume queste diverse situazioni e la tabella II sintetizza i dati principali da sapere. Per ulteriori informazioni sul PIS citate possiamo visualizzare i riferimenti 3 e 5.

situazioni principaliwhere un pifferaio / deve essere menzionato

“ritorno da un soggiorno in zona tropicale

Due parassiti possono essere menzionati. Ameboso intestinale (amebiasi), presente in tutto il mondo tropicale ma diventa raro raro nel viaggiatore, dà raramente rari nel viaggiatore, dà dipinti molto vari che vanno ducyndome di dissenteria convenzionale con sangue in sgabello ai dipinti non specifici. Non c’è o una piccola febbre . In questo contesto, il principaldiagnosi differenziale è lo shigellosi. La sierologia è spesso negativa. Una cura tangibile (contatto amebicida) è raccomandata nel complemento di tematronidazolo per evitare la recidiva (persistenza delle cisti nel luminotestinale).

Il balantioso (Balontide Coli) è raro, incontrato nelle aree agricole di maiale. La sua patogeniosa è discussa ma in alcuni casi (infestazione massiccia?), Una sindromezzata Ysentery è possibile.

Diarrea cronica Non specifica

Giarddiose , Ameebose ma anche ciclosporosi, crittosporidiosi, microsporidiosi, isosporosi sono possibili e offrono la margherita non o poco febbrile, raramente abbondante. Accanto al classico maggiore (in particolare in Russia e in particolare St Petersburg) Giardioso (ex-lambase) e ameboso, 4 protozoosi emergenti devono essere emergenti anche se rimangono relativamente rari: a) Lacelosporosi (Cyclospora Cayetanensis) è stato particolarmente osservato a Revengers Returning Da Nepal, Perù, Haiti e Russia. Quinoloneset può essere nitazoxanide sono alternative a cotrimoxazoleproploprop1ated first-line; (b) Cryptosporidiosiosi e micrososiosi non hanno convalidato il trattamento al di fuori del nitazoxanide non disponibile ereurop e valutato in modo incompleto.

La frequenza delle cause parassitarie spesso si giustifica (così come altre eziologie sensibili a queste molecole), dopo parassitologico Esplorazione di sgabelli, trattamento empirico che combina simultaneamente o metronidazolo contemporaneamente o consecutivamente, cotrimoxazolo +/- quinolones.

Segni generali con segni compatibiliDigestivi con un Primo-Invasion

I PRI relativi al tessuto Larval HelminthoseSpeuverserse Carrier Catering nelle settimane dopo la contaminazione, tempi di rumoroso (soprattutto in infestazioni massicce) relative a la migrazionelarvaria (sindrome dell’invasione). Si tratta di segni della linea allergica che è variabile in modo variabile (febbre, orticaria o eritema, asma – sindromedi loeffler -, dolore addominale e disturbi digestivi o persino shock). Iperéosinofilia è in questo caso costante e alta. Questo è il caso di ascaridiosi, trichinellosi, tossocarosi, ankylostomosi, lastrongiloidosi (angullosa), gli schistosomosi … gli ultimi tre parassitosi citati sono collegati ai contatti della pelle (camminare a piedi nudi o nell’acqua) con l’acqua o la zona umida, i primi tre al pericolo eco-orale.

tavolo dispettico

Questa frequente sensazione al viaggiatore per tornare dovrebbe evocare la possibilità di Possibilità di PIACUC sintomatica come Giardiose, Teniasis, Ascaridiosi, Ankylostomosi, Strongyloidosis ( Nello stesso titolo ethnandrome dell’Intestino irritabile di cui è stato dimostrato che potrebbe essere secondario a una diarrea del viaggiatore).

Dovremmo rilevare sistematicamente un PI in un viaggiatore al suo ritorno?

In assenza di segni clinici, non è necessario eseguire uno screening sistematico (tramite EPS o sierologia) tranne in 4 situazioni: 1) rimanere o prolungata espatrio in un’area di rischio; 2) Viaggiatore con un fattore di rischio per la schistosomosi (Bilharziasis): camminare o nuotare in acqua dolce (interesse di una sierologia sistematica); 3) scoperta fortuita di ipereosinofilia; 4) in pazienti fragili, polipatologici o immunologici (per lo più la ricerca di protozoose).

“migranti

Qualsiasi migrante che arriva in un paese industrializzato dovrebbe essere meridionale da una ricerca IP sistematica. Il Le condizioni di igiene nel paese ospitante non garantiscono generalmente i reinfessioni, anche il parassitaggio su una parassitosi asintomatica è auspicabile. È particolarmente importante per 2 parassitosi: lastrongiloidosi (angullosa) a causa dello stesso rischio molto a distanza di Formmaligne (vedi sotto) e Schistosomoses (soprattutto Digestivo) Ristrutturazione del bassissimo rumore Il rischio del rischio di evoluzione fibrotica del fegato (le femmine “Lalongevity consente una posa attiva di molti anni dopo l’infestazione di Opennthrough). In pratica, questa valutazione sistematica dovrebbe includere ciò che è PI da uno a tre EPS e una sielologia di biilharziosi. Benire, qualsiasi segno clinico o biologico (dispepsia, diarrea acuta o La cronaca, i segni di epatopatia, ipereosinofilia) devono innescare una bilancia-ponytologia comprendendo almeno 1 a 3 eps, l’equilibrio sierologico effettuato dai segni di ricorso e dall’origine del paziente.

“paziente che fa Non è stato soggiornato nella zona tropicale

che il deficit immunitario (compresa l’infezione da HIV) è noto o sospettato prima dei segni evocativi, il verificarsi di diarreechronico in queste situazioni deve influire in modo opportunistico gialdiosi e leprotozoosi (criptoSporidiosi, microcsonesosi, isosporosi e minore grado, ciclosporosi). È in buona posizione di abbondante breba cronica diarrea, senza febbre, rapidamente responsabile per un amigreentomortante. La diagnosi si basa su EPS specificando parassitesearch (tecniche specifiche). A parte l’isosporosi e la cicloosporosi (Tabella II), non vi è alcun trattamento efficace, fumagillina (microsperidiosi) e nitazoxanide (criptosporidiosi, micrososiosi) non ha ancora portato tutte le prove dell’efficienza.

Segnali generali Aigusavec Manifestazioni digestive

Tre situazioni molto diverse possono rivelare un PI con tavolo da tavolo:

– Primo-invasione Evocativo evocativo Helminthosis (vedi sopra): in persone che non hanno viaggiato, 2 parassitosi aborigeni con a volte L’espressione digestiva deve essere considerata: a) la tossocarosi è un’elminethosi del cane e del gatto nell’impasse parassita che conduce a un vagabondaggio di larve (migranti di larva) nel corpo (compresa la sfera digestiva). Contrava oralmente. Il tavolo può essere molto rumoroso, il controllo dei parassiti (Tabella II) avendo infastidito per dimostrare la loro efficacia; b) trichinellosi, anche cosmopolite, contratti principalmente dal consumo di carne cruda o scarsamente cotta (cavallo, maiale, …). Si verifica soprattutto dal respiro epidemico. Il dipinto, che si verifica rapidamente dopo l’ingestione di carne contaminata, a volte è molto rumoroso con al di fuori della diarrea e dolore addominale, segni del lignaggio allergico e in particolare, un edema del volto.Sebbene il beneficio di Albendazolo non sia stato dimostrato formalmente, si consiglia di prescrivere una cura (vedere la tabella del dosaggio II) nell’associazione con terapia corticosteroide (da 0,5 a 1 mg / kg) nelle forme gravi.

– Segni generali gravi e disturbi digestivi con terreno immuno-depressione: può essere angurulosio (stronzo) maligno (o diffuso). In questo contesto (corticoterapia con dosi elevate, chemioterapia pesante … ma stranamente non aiuta), il ciclo interno di auto-infestazione (che consente all’anguloloso di persistere a basso rumore diversi decenni dopo l’infestazione) “sta correndo” con iperproduction di un considerevole quantità di larve che diffonderà in qualsiasi parte del corpo. Questo dipinto, fortunatamente raro, può essere gravità che giustifica una ricerca e persino un trattamento preventivo sistematico per chiunque sia stato precedentemente prima (diversi decenni) nelle zone tropicali (comprese le Antille). Il trattamento con Ivermectina (non codificato) utilizza dosi alte e prolungate.

– Sindrome pseudo-occlusiva o pseudo-ulceher: il consumo di pesce crudo, affumicato o cotto può portare a un soprannome pittura doloroso -curgico da Inserimento di una larva anisaki nella mucosa digestiva (anisakidosi o anisakiasi). La diagnosi viene eseguita mediante visualizzazione del larvale all’endoscopia che consente l’ablazione (nessun antiparasica non riconosciuto anche se gli studi in vitro suggeriscono l’interesse di Albendazolo).

“Bambini e soggetti invecchiati

Oxyurose e Giardiosi (incontrati anche in una casa chiusa o nel settore psichiatrico) sono regolarmente incontrati nelle Comunità dei bambini piccoli (vivai, daycares). La trasmissione umana diretta (mani) spiega gli importanti tassi di attacco. Lasymptomatologia è in regola minima ( Prurito anale o vulvare con disturbi per ossiguardosi; diarrea cronica e dispepsia per la giardiosi). La suddetta dei 2 casi è efficace ma presuppone che tutti i soggetti scontati siano trattati allo stesso tempo, il che spiega le frequenti recidive.

Casi speciali

– Giardioso e carenza immunitaria: nel deficit primitivo nel deficit IGA o dell’immunoglobulina globale, la Giardiosi è frequente , resistente e ricorrente nonostante il trattamento adattato;

– Strongyloidosis e infezione da htlv-1: impatto più importante con una bassa efficienza e recidiva in trattamento;

– visualizzazione (a volte casuale) da occhio o durante un’endoscopia non è eccezionale. La Tabella II fornisce orientamenti diagnostici a seconda delle dimensioni e dell’aspetto;

– la scoperta fortuita delle calcificazioni addominali durante un ASP dovrebbe aumentare i parassiti che nella regola (tranne la catatidosi e talvolta la cistercosi) non sono attivi e non sono necessari e non sono necessari. Trattamento (tabella II).

– Parasitofobia (sindrome di Ekbom) compresi i parassiti digestivi è un disturbo mentale estremamente sperimentale per i pazienti (e per i professionisti!). La gestione psichiatrica è spesso deludente, nei pazienti che vagano da un consulente all’altro, il rischio di cedere alle richieste invasive e nei trattamenti non necessari.

digestivo è un disturbo mentale estremamente dimostrato per i pazienti (e per i professionisti!). La gestione psichiatrica è spesso dcosevant, i pazienti erranti consultano un altro, il rischio di entrambi i cdid per richieste invasive e trattamenti non necessari.

Trattamenti anti-parassiti (Tabella III)

La gamma di Anti -Fasitics Parasitics ha ampliato sia la comparsa di nuove molecole (più spesso derivate dalla latecina veterinaria più innovativa in questo settore a causa di migliori ritorni sull’investimento che nella patologia umana!) Che dalla scoperta delle indicazioni di Denouvels (Albendazolo, Ivermectina, Prazantel)). In SPI, i controlli dei parassiti convenzionali tendono ad essere meno utilizzati dall’albendazolo, attivo sulla maggior parte dei timmini e di alcuniprotozoires è disponibile, Metronidazolo (e dei suoi derivati di ritardo) rimanendo il riferimento per Protozoa. Beyond Schistosomosi (Bilharziosi), Praziquantel ha visto espandere le sue indicazioni a tenform e certitidistomatosi. In definitiva, se il suo interesse è confermato, il Nitazoxanide (non sulla disponibilità in Europa) potrebbe ancora semplificare le scelte terapeutiche, Sonspecttre di attività che copre praticamente quella di Albendazolo e Dummentronidazolo. La Tabella III riassume le principali caratteristiche degli anti-parsourpieces che devono essere conosciuti in pratica.

Quando un parassita è identificato su un EPS e qualunque sia l’indicazione di questa recensione, la prima domanda da porre è la necessità di trattamento .

In effetti, alcuni parassiti (in particolare i munibes non patogeni) sono considerati non patogeni e meritano qualsiasi trattamento, la possibile sintomatologia digestiva che giustifichi la loro scoperta a causa di un’altra causa (Tabella IV). Entamoeba Amibe Non-Patogenico 10 volte più frequente di E. Histolytica non può essere distinta dall’esame microscopico standard (EPS). Il risultato dell’EPS discuterà quindi di questa doppia possibilità sapendo che, in assenza di altre tecniche di conferma (attualmente in fasezione), sarà stabilito un trattamento di ameboso (anche in assenza di sintomatologia). Altri hanno un patogenico discusso, alcuni autori considerando che in alcuni casi (infestazione massiccia, immuno-depressione), potrebbero essere responsabili della diarrea e dei disturbi digestivi. La maggior parte dell’ameeba non patogenica è sensibile al metronidazolo. L’unico interesse per la loro scoperta è avere una discussione per l’igiene difettosa. Infine, alcuni parassiti come Discocoocoelium Dentriticum (idrata cosmopolita epatica di molti erbivori, in particolare le pecore), che non è eccezionale trovare su un EPS, proveniente dal consumo di carne parassitata ma in realtà è in transito nel digestivo del tubo del paziente Senza un ciclo patogeno può impegnarsi. Nessun trattamento è necessario. In caso di dubbio, la scomparsa del parassita sugli esami di controllo rafforzerà questa ipotesi.

Conclusione

In conclusione, i punti pratici devono essere mantenuti:

– In un contesto compatibile, Hyperosinofilia è molto evocativo di un’infezione del timone. Se è francamente superiore a 1000 / mm3, questo evoca un primo-invasione (primo-infezione primordiale) soprattutto se sono presenti segni “allergici”. D’altra parte, al di sotto di questa soglia, è piuttosto un elminthosis nello stadio di stato.

– in diarrea cronica sul ritorno del viaggio, pensando a Protozoa “emergente” e considera l’interesse di un trattamento presunto ;

– Schistosomosi digestiva (S. Mansoni e Japonicum) che possono andare inosservati con lesioni del fegato a basso rumore, lo screening sistematico per la presentazione dei viaggiatori e il migrante africano è desiderabile (EPS e sierologia);

– Nel bambino in giovane comunità, un trattamento efficace della Giardiosi e dell’ossyurosio impone 2 cure a 15 giorni a parte e in particolare un trattamento di tutti i soggetti dei contatti;

– per evitare angurulose diffuse (maligni), pensando Circa una cura sistematica Ivermectina prima di un trattamento immuno-soppressore a qualsiasi paziente che è rimasto in zona endemica, anche diversi decenni fa;

– Albendazolo è diventato l’antiparasiaire di riferimento per qualsiasi S gli elminti intestinali con ulteriore efficienza sulla Giardia;

– qualsiasi parassita trovato nello sgabello non richiede necessariamente un trattamento (parassiti non patogeni).

  1. handszuh h . Motivi e tendenze del turismo. In: DuPont HL, Steffen R, EDS. Libro di testo della medicina di viaggio e della salute. BC Decker, 2001: 34-36.
  2. Bouchaud O., Caumas E. Medicina di viaggio. Un atto di prevenzione di cui i Generali devono cogliere. Rev Prat 2007; 57 (8): 829-30.
  3. http://www.uvp5.univ-paris5.fr/campus% 2dparasitologia /
  4. http://medecinetropicale.free.fr/cours/ Hyperosinofilie_tropical.htm
  5. bouchaud o (coordinatore), spedizione pH, culla m, odermatt-biays s. Medicina di viaggio, medicina tropicale. Coll. Abbreviato, Masson, Parigi, 2006: 305 pagine. = EN-GB >
  6. Goodgame R. Cause emergenti della diarrea del viaggiatore: Cryptosporidium, Cyclospora, Isospora, e Microsporidia. CURR infetti DIS REP 2003; 5: 66-73.
  7. Adachi Ja, Ericsson CD, DuPont HL. Importanza relativa dei patogeni e cause non infettive. Nella diarrea dei viaggiatori. Ericsson CD, DuPont HL, Steffen R, EDS. Hamilton-Londra: BC Decker Inc; 2003: 100-9.
  8. Cailhol J, Bouchaud O. Turista: diarrea dei viaggiatori. Premere med. 2007; 36: 717-22.
  9. Meltzer E, Artom G, Marva E, Assaceous MV, Rahav G, Schwartzt E. Schistosomiasi Tra i viaggiatori: nuovi aspetti di una vecchia malattia. Emergono infetto dire. 2006; 12 (11): 1696-700.
  10. Didier Es, Maddry Ja, Brindley PJ, Stovall Me, Didier PJ. Strategie terapeutiche per infezioni per microsporidia umani. Esperto Ant Anti Infect Maher 2005; 3 (3): 419-34.
  11. Abubakar I, Aliyu Sh, Arumonugam C, Hunter PR, USMan NK. Prevenzione e trattamento della crittosporidiosi nei pazienti immunocompromessi. Rev. del sistema di database di Cochrane 2007; (1): cd004932
  12. al-hasan mn, mccormick m, ja ribes. Infezioni enteriche invasive in pazienti ospedalizzati con strettiloidiasi sottostante. Am J Clin Pathol. 2007; 128 (4): 622-7.
  13. Vadlamudi Rs, Chi DS, Krishnaswamy G. Strongyloidiasi intestinale e sindrome da iperinfection. Clin Allergy 2006; 4: 8.
  14. Takei h, powell sz. Anisakidosi intestinale (anisakiosi). Ann Diagny Patholo 2007; 11 (5): 350-2.
  15. Arias-Diaz J, Zuloaga J, Vara E, Balibrea J, Balibrea Jl. Efficacia di Albendazolo contro Anisakis Simplex Larvee in vitro. Dig fegato DIS 2006; 38 (1): 24-6.
  16. Aumaire h, bouchaud O. parassitosi digestiva. Nel trattato di epatogastrologia. JC Rambaud ed. Flammarion Medicine-Sciences, Parigi, 2000: 467-482.
  17. volpe lm. Ivermectin: usi e impatto su 20 anni. Crsurs pars infetta il suono. 2006; 19 (6): 588-93.
  18. Farthing MJ. Opzioni di trattamento per l’eradicazione di protozoi intestinali. NAT Clin Pravel Gastroenterol Hepatol 2006; 3 (8): 436-45.
  19. Bouchaud O. Antiparasicas. In E. Pilly – Malattie infettive e tropicali. College of Academics di malattie infettive e tropicali: Vivactis Plus ed; 2006: PP134-137.
  20. Anderson VR, Curran MP. Nitazoxanide: una revisione del suo uso nel trattamento delle infezioni gastrointestinali. Droghe 2007; 67 (13): 1947-67.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *