Skip to content

Revel. Il mistero della caverna Bruniquel per scoprire questo giovedì

Posted in Articles

Michel e Denise Soulier, della Società Speleo-Archeologica di Caussade rivelerà parte del mistero sulla Grotta di Bruniquel, a una conferenza e nella proiezione , Giovedì 14 novembre alle 20:30, al film Ottieni, in collaborazione con la Sorezois Seleseo-Archaeological Research Society e i Revelois. La cavità brunica viene scoperta nel 1990 dopo il disbstruzzo in un waterfowl terrier. Dalla prima visita, una squadra di cinque speleologi della Cassade Speleo-Archaeological Society segna un’anomalia in una stanza a 350 m dall’ingresso. C’è, cancellando il terreno, una sorta di barriera costituita da un gran numero di stalagmiti rotti immagazzinati in due strutture di dimensioni multi-metriche. La scoperta viene immediatamente segnalata al servizio archeologico regionale (SRA) e sono prese le misure protettive. Nel 1992 e nel 1993, due periodi di ricerca guidati da Michel Soulier e François Rouzaud (SRA) consentono di effettuare dichiarazioni cartografiche delle strutture. Una prima data di completamento di quest’ultimo è ottenuta nel 1995: almeno 47.600 anni. Già un record per la presenza dell’uomo preistorico in un ambiente sotterraneo profondo. Seguire 20 anni di dimenticanza volontaria in attesa dell’evoluzione delle tecniche e delle tecnologie. Dal 2014, è la ripresa del lavoro con una nuova “squadra marrone”. Entro il 2016, è l’annuncio di una nuova datazione che rivoluziona la conoscenza di questi antenati lontani. La conferenza proposta, impreziosita da molte immagini della cavità, invita a “vivere” la storia di questa grotta fuori dall’ordinario sin dalla sua scoperta fino ai risultati del più recente e ancora in corso. Ammissione gratuita alla conferenza.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *