Skip to content

rinite e sinusite: quale collegamento con depressione?

Posted in Articles

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2017 | 25384 Visite

123-hoofd-moe-deprime-stress-11-7.jpg

Notizie Persone che soffrono Dalla ringhiera cronica sono esposte a un rischio considerevolmente più elevato di sviluppare una depressione.
Questa associazione non è stata ancora esplorata, in ogni caso così approfondita, spiega il Dr. Alain Cohen (International Journal of Medicine). Lo studio (Taiwan) riguardava quasi 80.000 persone, tra cui 15.000 colpite da rinuso cronico, cioè un’infiammazione persistente (almeno tre mesi) della mucosa di pozzi nasali e seni, con sintomi come ostruzione nasale (naso intasato), flusso nasale, disordini di odore o dolore (viso e / o mal di testa).
Il follow-up è durato diversi anni e i ricercatori, continua il Dr. Cohen, osservare “un’incidenza complessiva di una maggiore depressione del 77%” in caso di cronico Rinosità, e il rischio rimane “significativo” dopo aver preso in considerazione fattori come sesso, età, luogo di residenza, stato socio-professionale o presenza di altri problemi di salute. E contrariamente a ciò che avremmo potuto pensare, l’intervento chirurgico (che può essere proposto quando il trattamento medico non ha effetto sufficiente) non riducono il rischio, che rimane simile tra i pazienti operati e non operati.
Il Dr. Cohen spiega: ” Gli autori ritengono pertanto che il loro studio suggerisca che le persone con la rinusione cronica costituiscano una popolazione a un aumento del rischio di depressione. Quindi consigliano ai professionisti di prendersi cura della salute psichica di questi pazienti e di fornire loro un supporto adeguato per contrastare questo rischio aggravato problema depressivo “. Per quanto riguarda la spiegazione della natura di questa associazione, i processi che entrano in gioco, è ancora un mistero.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *