Skip to content

The Cape Wrath Trail: topi e calze

Posted in Articles

Decisamente i trekking quest’anno non ci riescono. Dopo quello degli scritti che si sono rivolti all’unceto il cui feedback arriverà presto qui è quello di Capo Wrath Trail in Scozia.

cronologia di un trekking abortito.

Cape Wrath Trail, Kezaco?

Per riassumere Grosso Modo, il Cape Wrath Trail, è a 390 chilometri attraverso Highlands selvatici da Fort William a Capo Wrath Nord-ovest della penisola. Se alcuni passano in una dozzina di giorni, la maggior parte ha messo almeno quindici giorni o venti, a seconda delle condizioni meteorologiche che possono rallentare i progressi e distruggere il morale degli escursionisti a proposito.

Che non è . Sbagliato con questo percorso, è proprio che non ci sia tutto al forno: Fondamentalmente, devi sapere come leggere una mappa topografica perché non c’è markup e la marcatura a terra è casuale. E l’unghia dello spettacolo? Ci sono varianti da ogni parte, che lascia una grande libertà di escursionisti.

card_cape_wrath_trail

Più che per altri trekking, il sentiero Cape Wrath è un monitoraggio verso un punto specifico Cos’è questo Wrara del Capo un trekking ben disegnato. Attenzione È necessario avere esperienza e sapere come gestire le parti commesse.

1 ° giorno: Glenfinnan – A’chuil

Dal momento che il parcheggio enorme da Glenfinnan, punto di partenza del punto di partenza Trekk, team, io team per la “guerra” accanto ai turisti che provengono a vedere il viadotto avendo servito come decorazioni a Harry Potter. Tutto ciò per quello che mi dico. Offset e contrasto quando sono dotato di scarpe non impermeabili per tutto il resto con acqua, tutti pronti a ricevere fango e giacca impermeabile pronti a ricevere pioggia e vento.

Il Viadotto Glenfinnan
Gare per la fiducia in eccesso, il previsto Itinerario è selvaggio, lontano dalle strade e dalla rara presenza umana.

In pochi minuti raggiungo la prima Bothy, Corryhully prima del sentiero francamente salendo a un primo colletto nei 400 m. Il tempo scozzese e il tempo scozzese e il tempo scozzese e il Il deserto calorosamente il benvenuto con questa bellissima valle che seguirò per molto tempo in particolare il Lo NG del fiume. Non c’è bisogno di dirti che i miei piedi sono pieni di acqua per molto tempo e le mie ghette impigliate con fango.

Bothyry Corryhully

Le paludi diventano ricorrenti e avanzando mentre fuggire lo sploufff nell’acqua diventa una sfida. Reagisco con i fratelli e le sorelle belga sperimentati dall’ambiente scozzese per giudicare il fango sulle loro gambe e finiamo il palco insieme fino a Bothy A’Chuil.
Il fangoHighlands selvaggiThe wild highlandsbieyy a'chuil'Chuil

2 ° giorno: A’Chuil – Navigazione

Metti i calzini freddi e bagnati è una prima tortura, inserirli nelle scarpe un altro e infine metterli le ghette che stringono le tibù.

Il tempo è disastroso, devo ammettere di non essere molto sereno il giorno da seguire. Il sentiero è fortunatamente intuitivo da seguire, le tracce sono ovunque e gli sguardi sulla mappa consentono di conoscere la direzione approssimativa da seguire. La libertà è lasciata all’Hiker da dove vuole, infine, specialmente dove può.

Cielo intasato negli altopiani

La pioggia finisce per arrivare e continuerà tutta la mattina. Ed è qui che è arrivato il primo grave problema di questo trekking: calze. Mi rendo conto dell’errore di bestia che ho commesso con coppie sintetiche ma poco spesso e quindi meno caldo. Mentre a casa avevo buoni calzini di lana di Merinos buono per l’inverno. Avrei avuto meno freddo.

I miei piedi sono congelati essendo bagnati in acqua fredda, questa stessa acqua che gonfia il sentiero cadendo dal cielo. La conseguenza è diretta e gioca sul mio morale: ho freddo ovunque e non può fare nulla contro di esso. Continuo ad avanzare senza discontinuo aumentando la vigilanza sul sentiero che è diventato difficile da camminare, soprattutto durante le gole strette lungo un fiume per la discesa di un colletto al Loch Nevis Nevis.
Loch Nevis in vista

più volte Devo attraversare i fiumi che sono ben gonfi e anche se il livello dell’acqua non ha pericolo, la corrente è tutta la stessa di conseguenza.

Arrivo esausto a Bothy Averly e ho visto la mia condizione Decido di non andare oltre oggi.Dopo aver cambiato interamente e quando sono difficile da riscaldare, mi butto nel mio sacco a pelo, crollato di stanchezza. Per un buon pisolino per tutto il pomeriggio.
FOREY AURLY

La sera, non sono molto più riscaldato e sentito basso. La mia solita energia è scomparsa ciò che va di pari passo con la ragione del mio viaggio in Scozia: prenditi del tempo per pensare.

limpido, mentre prima di corica mi illumino una candela per provare a inquadrare con i topi, sono già considerando di cambiare i miei piani.

3 ° giorno: Bonus – Inverie

Ho finito per spegnere la candela nella vista del mouse a piedi ovunque includendo pochi pollici da me sulla mia panca per dormire. Quando mi sveglio, mi alzo come se nulla fosse accaduto prima di vedere la carneficina: il mio zaino, ma sospeso è stato attaccato dai topi. Sono riusciti ad attaccare un chiusura a cerniera di buona qualità dall’esterno della borsa! Mangiarono anche la schiuma delle parentesi graffe della borsa, così come altre bigiotteria le cui ginocchietti le maniglie dei miei bastoncini da passeggio.

surreale.

Mi preparo completamente suonati per un nuovo giorno di camminare mentre decidi di uscire dal trekking. Il morale è al minimo, non c’è bisogno di costringermi ad affrontare più di quello gli elementi naturali che non saranno fatti- non a mio favore. Tuttavia, ci vogliono 5 ore a piedi da Inverie situate sulla penisola Knoydart e accessibili solo in barca oa piedi. Da lì posso unirmi a Mallaig il primo villaggio sul “continente”.

cervo

ma mentre aspettava la passeggiata di uscita ( un termine inventato, cercare di non) non è una parte del divertimento. Il freddo invade sempre i miei piedi attraverso questi stessi calzini. Mi diverto a tagliare dritto in un vasto palude perché ho avuto un sacco di punto di vista. In quei momenti, Mi sento libero, la natura mi permette di entrare nel suo forte. La natura è un dono, deve prenderlo come tale, come la moralità che sorgono personalmente dal libro “Lascia il mondo”.

Non ho visto nessuno da allora 24h, niente di incredibile, mi è successo più volte. Eppure qualcosa di campana. Non solo l’energia non è lì, ma camminare da solo per chilometri e chilometri nel deserto è diventato routine (troppo?). Conclusione, ho bisogno di novità, forse sono molto più propenso a condividere e camminare a diversi.

Il resto della giornata che porta a Inverie è aneddotale tranne la salita di un colletto La discesa sarà lunga e noiosa a Inverie, Amleto da cui ho messo la mia tenda in un campeggio. Il sole finalmente fa la sua apparizione nella storia della sera per darmi un po ‘di energia.

Voglio tornare a continuare il cwt ma dovrà pensare altrimenti.

Tramonto su InverieTramonto su Inverie

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *