Skip to content

Un pagamento in ritardo per il tuo lavoro?

Posted in Articles

Building – Mercatini privati – 14.02.2020

È possibile affrontare i pagamenti in ritardo per un mercato privato con un medico o un cliente professionale (azienda.), o per Un contratto per la costruzione di una casa individuale (CMI). In questo caso, a cui il risarcimento hai ragione?

con un client non professionale

regime legale. In considerazione dei nuovi testi del codice civile, in caso di ritardo del pagamento, è possibile richiedere un interesse del cliente al tasso legale, da un avviso formale (fornire un LRAR). Per la prima metà del 2020, il tasso dell’interesse giuridico è stato fissato allo 0,87% per questo tipo di crediti (decreto del 23.12.2019 sul fissaggio del tasso di interesse giuridico, GU del 26.12.2019). Se il tuo cliente ti causa, con la sua cattiva fede, un pregiudizio indipendente di questo ritardo, puoi richiedere danni distinti (C. Civ. Art. 1231-6 e 1344-1).

Penalità del contratto. In un mercato, è possibile fornire una clausola che prevede una penalità contrattuale, in caso di pagamento in ritardo, con un tasso convenzionale superiore al tasso legale. Sii consapevole che la clausola è legalmente analizzata come una clausola criminale che i giudici possono, anche in ex officio, consideralo ovviamente eccessivo (Civ. Art. 1231-6). Una clausola sproporzionata può anche essere considerata abusiva, rispetto ai clienti protetti dal codice dei consumatori.

con un client professionale

Se il periodo di pagamento è superato … Dal momento che una prescrizione del 24.04.2019, le regole sono fissate dall’articolo L 441-10 del codice di attività . In linea di principio, il periodo di regolamento non può superare i 30 giorni dopo la data di esecuzione del tuo lavoro. Non è possibile imporre un periodo di regolamento superiore a 60 giorni dopo la data di rilascio delle tue fatture (o 45 giorni di fine mese). Per le fatture periodiche, il ritardo non può superare i 45 giorni dopo le loro emissioni.

Le sanzioni sono dovute … Un mercato del lavoro deve, in linea di principio, specificare il tasso di interesse delle sanzioni di ritardo dovuta il giorno successivo alla data di insediamento. In linea di principio, questo tasso è pari al tasso di direttore praticato dalla Banca centrale europea (BCE) più il 10%. Questo tasso della BCE è stato impostato a 0,00% al 01.01.2020, il tasso applicabile è quindi del 10% (per la prima metà (S1) del 2020). Non è possibile imporre, in un mercato del lavoro, una clausola che stabilisce un tasso di interesse inferiore a tre volte il tasso di interesse legale. Ritardare le sanzioni probabilmente dovute a causa senza un richiamo e non sono soggette a IVA.

Con compensazione … In caso di pagamento in ritardo, un cliente è anche il diritto, il debitore di un’indennità forfettaria per le spese di raccolta, pari a 40 € nello stato (C. COM. Art. D 441-5). Assicurati di menzionare l’indennità, nelle tue fatture. È dovuto in seguito alla data di scadenza di una fattura, e non è soggetta a IVA. È dovuto per intero anche in caso di pagamento parziale di una fattura alla scadenza, indipendentemente dalla durata del ritardo. Si applica a ciascuna fattura pagata in ritardo. Se la tassa di recupero è superiore a 40 €, è possibile richiedere un compenso aggiuntivo, sulla giustificazione. Si applica uno schema speciale se un cliente è oggetto di una procedura collettiva (recupero o liquidazione giudiziaria …).

Regole speciali

Mercato sotto standard NF P03-001. Gli interessi predefiniti per i ritardi sono pagabili come risultato, senza un richiamo. Il tasso di interesse è in linea di principio pari al tasso BCE + 10% (10% per S1 / 2020). Per un mercato privato nell’ordine pubblico (ad es. Azienda di HLM), il tasso è pari al tasso della BCE + 8% (standard NF P 03-001 Art. 20.6.2.1 e 20.6.2.2). Un CCAP non può impostare una velocità inferiore a tre volte il tasso di interesse legale.

casa indipendente. Un contratto CMI può fornire, a spese del cliente, una penalità per il pagamento in ritardo. Il suo tasso non può superare l’1% al mese, se la penalità prevista per un ritardo di consegna è limitata a 1/3 000 del prezzo al giorno di ritardo (cch art. R 231-14 e R 232-7). Se il lavoro è subappaltato, un cwist deve specificare nel suo contratto la quantità di sanzioni dovuta al subappaltatore in caso di pagamento in ritardo (CCH Art. L 231-13).

sul livello giuridico, le quote di ritardo possono in linea di principio essere rivendicate al tasso dello 0,87% (cliente non professionale) o del 10% (cliente professionale), per la prima metà del 2020. Tenere conto del Regole applicabili per ritardare sanzioni dovute da un cliente nel contesto di un NF P03-001 o CCMI (o se si è subappaltatore in CCMI).

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *